MONITORAGGI STRUTTURALI


I monitoraggi strutturali consentono di caratterizzare i materiali degli edifici esistenti sia in cemento armato che in muratura. Per quanto concerne gli edifici in cemento armato le esperienze più ricorrenti sono il carotaggio per la determinazione in laboratorio della resistenza a compressione di campioni cilindrici e varie tipologie di indagine non distruttiva tra le quali il metodo Sonreb che tramite la combinazione dei risultati di una serie di battute sclerometriche e la velocità di propagazione delle onde ultrasoniche permette una stima sufficiente accurata della resistenza del calcestruzzo in sito.


Per quanto concerne i fabbricati in muratura le principali esperienze sono le prove con i martinetti piatti e la prova di compressione diagonale. I martinetti piatti sono un metodologia di indagine  semi-distruttiva che restituisce in una prima fase, con l'introduzione di un  martinetto in un apposito taglio nella muratura, la tensione di esercizio esistente nella muratura. Con il secondo martinetto si procede alla determinazione del modulo di elasticità e alla stima della resistenza a compressione del pannello in esame. Le prove di compressione diagonale, eseguite su una porzione di muratura di m 1,20 x 1,20 opportunamente predisposta , restituiscono invece la resistenza a taglio ultima del pannello in esame.


prev next
  • Prova con martinetti piatti doppi
  • Prova di compressione diagonale
  • Prova di compressione diagonale
  • Indagine con penetrometro PNT-G
  • Estrazione di carota di calcestruzzo
  • Indagine con sclerometro
  • Determinazione velocità di propagazione onde ultrasoniche
  • Prova con martinetti piatti doppi